Bungee jumping

Oggi inizio una nuova categoria, gli sport estremi, che ritengo sia molto interessante. E visto che io non pratico alcuno sport (ancòra devo imparare andare in bici!), almeno faccio una lista con questi sport e  guardo gli altri e le loro performance, che mi fanno girare la testa solo guardando :))

Si impone dire alcune cose. Per “sport estremo”, o sport libero, o sport di azione, o sport di avventura, si intende quella attività sportiva con alti gradi di pericolosità, di estrema difficoltà, che sfidano le leggi fisiche e che spingono al limite la resistenza, la forza del corpo umano, perché molti di loro implicano una grandissima velocità, o grandissime altezze, o grandissimi sforzi fisici e mentali. Il termine è conosciuto dagli anni ’50,  in seguito ad un errore: Ernest Hermingway  aveva scritto la frase “Esistono solo tre sport: le lotte con i tori, le corse a motore e l’alpinismo, tutti gli altri sono giochi”, e alcuni  hanno concluso che “sport” e solo quello in cui il giocatore può perdere la vita,  tutti gli altri essendo solo giochi. Nelle ultime decine di anni (dal 1990) il termine prende terreno grazie a “X Games”- Extreme Games (giochi estremi).

Mentre una definizione unanimemente accettata non si trova, mentre è difficile dire quali siano o no gli sport estremi,  si riesce a mettere insieme alcune caratteristiche e punti comuni: tendono ad essere più solitari rispetto agli sport tradizionali (eccetto il rafting e il paintball, che sono tra i pochi sport estremi fatti in squadra); pur non essendo praticato solo dai giovani, sembra che il maggior numero di sportivi siano giovani; negli sport tradizionali, gli sportivi giocano uni contro gli altri nelle condizioni uguali per tutti e in circostanze controllate, mentre gli sportivi estremi gareggiano non solo uno contro l’altro, ma anche contro le condizioni imprevedibili, variabili ed incontrollabili legate al medio (aria, acqua, terreno, neve, vento, le onde, le montagne, il ghiaccio, ecc), e per questo non si possono stabilire criteri o parametri uguali per tutti, e le performance vengono valutate soggettivamente nel momento della gara.

Dobbiamo anche dire che gli sport estremi vengono classificate in sport aerei, sport terrestri e sport nautici.

Inizio con Bungee jumping (sport aereo) -il salto con elastico da una elevata altezza- che consiste nel lanciarsi in vuoto avendo legato alle caviglie una corda elastica. Nel 1993 viene costruito il primo elastico da lancio, elastico che si può estendere fino ai 650% della sua lunghezza iniziale, che si usa insieme all’imbracatura (che contiene le cavigliere e l’imbrago da alpinismo).

13 pensieri riguardo “Bungee jumping

  1. Non fanno proprio per me!!! Adoro gli sport e ne ho praticati molti, ma tutti nei limiti della normalità. Forse il più particolare, non per la pericolosità, ma perché tipicamente maschile, fu l’Hockey su ghiaccio e ne ho un ricordo meraviglioso, Buona serata.

    Liked by 1 persona

    1. Che bello! Io ogni giorno mi propongo di iniziare a fare sport, ma non è arrivato il giorno, a quanto pare…

      Neanche per me non fanno, ma mi piace vedere l’uomo cercando di superare i limiti, mi piace la loro ambizione, la forza e il coraggio, la disciplina fisica e mentale (anche se a volte sembra essere più una follia che uno sport).

      Buona serata anche a te! 🙂

      Mi piace

        1. Capisco cosa intendi, ed io credo che gli sportivi (in generale) e gli sportivi estremi (in particolare) vogliono migliorare se stessi, quindi mirrano su di loro, in primis. Poi, sono (in maggior parte) giovani… e quando si è giovane prevale un pò l’egoismo, e non per cattiveria, ma perché si ritiene che non si è in grado di “insegnare”, che non si ha molto da “condividere”, o semplicemente non ci si pensa a queste cose.

          Sono molte tante altre figure che potrebbero impiegare le loro risorse e le loro qualità in qualcosa di costruttivo e magari utile anche agli altri, ma… non arriviamo fin’ la.

          Un caldo saluto anche a te! 🙂

          Mi piace

    1. Veramente? Wow! I miei complimenti 🙂

      In questo caso mi permetterò chiederti qualche dettaglio quando scriverò gli articoli per gli altri sport (che è una lista abbastanza lunga direi).

      Intanto… è giusto quanto detto? Sempre cerco di documentarmi il più possibile, ma sempre ci si può sbagliare.

      Mi piace

  2. I was very pleased to find this website. I need to to thank you for ones time for this particularly fantastic read!!
    I definitely appreciated every little bit of it and i also
    have you saved to fav to see new information on your web site.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...