Il poeta del giorno

Questi giorni sono stata un po cosi, giù,  con sbalzi d’umore (forse per il caldo, o per città deserta, o per le rinunce o chissà per che) e per alleggerire il peso, mi sono messa a scrivere. Non al computer, ma alla scrivania, con penna stilografica e sul foglio di carta. Viene il figlio grande, mi chiede cosa stavo facendo, gli dico che scrivo una poesia, e dice che vuole anche lui scrivere una. Si prende penna, foglio, e siccome sbirciava sul mio foglio, e siccome lì non erano cose proprio carine, mi prendo un altro foglio e scrivo come titolo il suo nome. Lui, vedendo, scrive sul suo foglio il titolo “Mamma”, e cosi, io scrivo una poesia per lui, e lui una poesia per me. Ecco la sua poesia:

Mamma, ti voglio tanto bene,

Pure a papa voglio bene,

Pure a Edu voglio bene.

Ci vogliam’ bene tutti insieme!

Se la leggete intonata,  vedrete che è davvero molto bella. E “vogliam” è scritto cosi come ha voluto l’autore (di 6 anni), ed io rispetto il suo “tocco personale” (usa spesso questa espressione; in molte cose che fa, deve mettere il tocco personale). La poesia da me scritta, in un altro articolo.  😉

Buon inizio settimana e… vogliatevi bene!  🙂

(immagine presa dal web)

7 pensieri riguardo “Il poeta del giorno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...