Fortuna e “sfortuna”

Dopo quasi due ore di salti, scivoli (sulle gonfiabili), risate e tanto baccano, viene accanto a me il figlio più grande, e con tanto di fiato e tutto sudato, dopo una breve pausa di respiro mi dice “Mamma, mi dispiace, sei un po sfortunata.”

“Perché amore?” – chiedo curiosa.

“Perché non sei più piccola, e ti perdi tutto questo divertimento.” – dice lui.

“Ah, ma io mi diverto quando vedo che vi divertite voi” – dico, cercando di togliere il suo momento di dispiacere.

Dopo aver preso un sorso d’acqua, aggiunge: “Ma è molto meglio così, perché se tu eri piccola, io non avevo più una mamma.” – conclude contento. E corre a fare salti, scivoli, risate e baccano. Ed io mi diverto guardandoli, convinta , grata e contenta che sono Fortunata.

3 pensieri riguardo “Fortuna e “sfortuna”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...