La calma

Mi e sempre piaciuto stare vicino alle persone che possiedono delle qualità che, a mio parere, a me mancano o, se non del tutto assente, vanno migliorate. Un po cosi, come una  bambina che guarda una vetrina brillante e lussuriante contenente tante belle bambole,  sognando che guardando o toccando, almeno un pezzo di quel tesoro sarebbe diventato suo.

Mi piacciono le persone “a sangue freddo”, cioe quelle che non lasciano trasparire alcuna emozione, che riescono a gestirla con disciplina, qualunque essa sia. Ed io non sono cosi. In ogni momento mi guardi, capisci esattamente quello che sento in quel istante: se non ti parlo io, ti parla il comportamento; se non te lo dico io, te lo dicono gli occhi, se non ti parla la mia bocca, ti parla il mio sguardo. Tutto parla e niente tace.

Mi piacciono le donne con la voce forte, con un timbro vocale baritonale,  e con una certa uniformita nel tono, a prescindere dell’emozione che la sta attraversando o lo stato d’anima che lo sta avendo. Io, l’uniformita  non ce l’ho. Ne nel tono, ne nel vivere le emozioni, ne da nessuna parte.

Mi piacciono le persone che hanno una certa cadenza nel parlare, ne tropo lento, ne tropo veloce, ma una cadenza quasi simile ad un ritmo musicale. A me, capita a volte di parlare cosi veloce, che ne meno io so di preciso che intendo dire o cosa ne esce fuori.

Mi piacciono le persone calme, che riescono a mantenere la calma anche davanti ad una situazione stravolgente. Al confronto, io perdo la pazienza pure aspettando l’ascensore o il cappuccino al bar ordinato appena tre minuti prima.

Ecco, una delle mie cognate e cosi, ed io voglio dirle oggi  (parte di ) quello che mi piace di essa, insieme ai miei, e ai nostri, migliori Auguri e Buon Compleanno! Ti auguro tanta salute, serenità, sogni realizzati e tutto cio che tu desideri nella e dalla vita!

4 pensieri riguardo “La calma

  1. C’è un film degli anni 80 di cui vado pazzo e riesco a interpretare qualunque scena, qualunque personaggio con le stesse cadenze di voce. Nonostante lo conosca a memoria sono il primo a dire che dovrei fare un corso di recitazione, quando le persone mi vedono o semplicemente mi sentono al telefono capiscono immediatamente il mio stato d’animo e non riesco in nessun modo a nasconderlo.

    Liked by 1 persona

    1. Nessuno ti capisce meglio di me 🙂 A mio parere, un corso di recitazione si, potrebbe aiutare, ma non molto, nel senso che recitando, impari a memoria, o leggi, un testo che gia sai, mentre nella vita di tutti di giorni sentiamo parole/ emozioni/ sentimenti/ situazioni che provocano in noi una reazione che e difficile controllare. E anche se proviamo (e ci sembra di riuscire), sempre sara qualcosa che ci tradira: controlli la voce, ma non puoi controllare lo sguardo; controlli i gesti, ma non puoi controllare l’amarezza o l’allegria della voce, e cosi via. Niente da fare. O ci si nasce cosi, o ci si deve proprio dedicare con tenaccia a questi esercizi, ma a me viene il nervoso solo a pensare che mi devo controllare :)) Se poi non ci riesco ne meno… non ti voglio dire :))

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...